Semiotiche nella nebbia

Presto tutte queste parole andranno perse. Me le ha insegnate mio padre ma io non le ho insegnate a nessuno. I pantaleoni. La marfalda. Austrungarico. Tutti gli slittamenti semantici: la pomata per la salsa, il fazzoletto per il tovagliolo, l'asciugamano per lo strofinaccio. Presto andranno perse le contrazioni linguistiche di mia madre nei loro corrispondenti … Leggi tutto Semiotiche nella nebbia

Annunci

Cosmogonie casearie

A volte mi chiedono se mi manca mio padre. Quando me lo chiedono mi intristisco. E rispondo: non lo so. Se rispondessi di sì penso dovrebbe voler dire che vorrei fosse ancora vivo. Ma non è esattamente così. Era così vecchio e malato. Non vorrei fosse ancora vivo, né per me, né per lui. La … Leggi tutto Cosmogonie casearie

Il pianerottolo parte seconda. Il riscatto

Ieri sera mi ha telefonato il mio migliore amico. Sarebbe più corretto dire unico. In quanto unico potrebbe essere sia il migliore sia il peggiore, ed in effetti le relazioni "uniche" (padre, madre, coniuge/fidanzato etc) hanno la caratteristica di costringerci ad accogliere l'altro anche negli aspetti che ci sono sgraditi. Queste relazioni ci insegnano piano … Leggi tutto Il pianerottolo parte seconda. Il riscatto